A SPASSO CON….

A SPASSO CON SEBIO RENDA A MARSALA…

407125_2996512033116_604427516_nDopo aver concluso gli studi di economia e gestione aziendale alla Cattolica, a Milano, Sebio Renda, ha cominciato subito uno stage in Campari, prima nel loro quartier generale a Sesto San Giovanni e poi un po’ di mesi a San Francisco in Califoria. Dopo aver concluso questa stupenda esperienza ne ha iniziato un’altra altrettanto bella che l’ ha portato a girare il mondo grazie ai loro importatori: tre mesi in Canada, a Montreal, e sei mesi in Nuova Zelanda, a Auckland, dove si è occupato di vendite. Nel settembre 2014 l’amore per la sua terra e quello per la sua cantina l’ hanno portato a tornare alla base ,a Marsala, e una volta entrato nell’azienda di famiglia, la storica cantina Carlo Pellegrino & C. Spa, fondata dai suoi antenati nel 1880, ha iniziato ad occuparsi di commerciale Italia per il canale della ristorazione. “Seguo soprattutto le vendite in Toscana e in Lombardia! Ovviamente per poi un giorno cominciare a curare il nostro già affermato export!”. Ho grande stima per le persone ambiziose, ma ancora di più per chi crede veramente nelle potenzialità della Sicilia, per chi vive un periodo all’estero per poi tornare e condividere le proprie conoscenze con la nostra isola!

1.Il luogo dell’anima dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Sicuramente allo Stagnone, magari durante una giornata ventosa sul mio kite

2. Il tuo ristorante preferito?

Con il lavoro che ho mi metti in diffoltà, potrebbero offendersi….te ne dico due: SLO e LA BOTTEGA DEL CARMINE

3.Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

Ovviamente nelle mie cantine e poi un giro nelle stupende saline di Marsala è d’obbligo!

4.Il bar per iniziare bene la giornata?

Il cornetto alla crema del bar ENZO TRAPANI non ha rivali al mondo!

5.Il tuo consiglio per una cena romantica…

Il giardino interno de LA BOTTEGA DEL CARMINE ha il suo perchè….

6.Il luogo segreto?

…….non vorrei essere scoperto un giorno

7.Il locale dove fare tardi?

Ovviamente dipende dalla stagione e comunque a Marsala forse da un po’ di tempo non c’è più un posto di riferimento, negli ultimi anni si sono alternati un po’ di locali

8. il migliore aperitivo

Il must è il JUPARANA’, ma un altro aperitivo da non perdere è da CIACCO, dal mio amico Ciccio

A SPASSO PER MODICA E DINTORNI CON MARIANGELA AVOLA

10348755_10152153765837007_7452554863630948925_o
“Un’esperienza indimenticabile tra campagne, mare e pace” così, Mariangela Avola, descrive i tre anni passati a Modica in uno studio di architettura, in cui si è occupata del settore alberghiero. Modica è un paese davvero avanti, pulito, efficiente e, commercialmente parlando, molto all’avanguardia. Ovviamente avendo casa lì, continua ad andarci nel fine settimana e per lei rimane il posto più bello della Sicilia! Scopriamo insieme i suoi luoghi del cuore!
1.Il luogo dell’anima dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?
Il luogo dell’anima dove vado per trovare pace e ispirazione sono le immense spiagge a sampieri
2. Il miglior ristorante?
Il miglior ristorante si trova a Scicli e si chiama Satra.
3.Il primo posto dove porti un amico in visita.
Il primo posto dove porto un amico in visita è Scicli
4.Il bar per iniziare bene la giornata?
Il bar dove faccio colazione con la granita più buona al mondo è Rosy Bar a Modica
5.Il tuo consiglio per una cena romantica…
Una cena romantica senz’altro a Ragusa Ibla, un ristorante vale l’altro.
6.Il luogo segreto?
l’Antenna di Modica, panorama mozzafiato sull’anfiteatro barocco
7. Dove comprI il cioccolato più buono?
da Bonajuto
8. Il migliore aperitivo.
Il miglior aperitivo è senz’altro a Marzamemi, dentro il baglio illuminato dal rosso del tramonto, dopo una bella giornata di mare!

A SPASSO PER TRAPANI CON GIULIO D’ALI’ SOLINA

66848_10151363770956048_114310245_n
Nato a Trapani, Giulio D’Alì Solina gira sempre per i posti più belli e mondani della nostra isola, stasera per esempio sarà ad Erice per l’inaugurazione di una nuova discoteca. Avvocato penalista, imprenditore del sale, coltivatore diretto, Presidente della squadra di calcio di Trapani “Cinque Torri”, disponibile anche come “animatore” per le feste! Si sta dedicando all’organizzazione della regata Audi tron Sailing Series 2015, in cui Trapani sarà una delle tappe principali!
Scopriamo insieme i  suoi luoghi del cuore a Trapani e dintorni!
1.Il luogo dell’anima dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?
Sulla terrazza di casa nel mio piccolo principato di Pietretagliate, ridente località vicino Trapani, immersa nel verde!
2. Il tuo ristorante preferito?
Taverna Paradiso a bordo mare sul litorale di Trapani, pesce sempre fresco e servizio top!
3.Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.
In visita nelle nostre saline di casa a Mozia, ovviamente
4.Il bar per iniziare bene la giornata?
Bar Magic, via Osorio, non manca il mio succo ananas e brioche con Nutella 
5.Il tuo consiglio per una cena romantica…
non sono un tipo romantico!
6.Il luogo segreto?
se te lo dico che gusto c’è! 
7.Il locale dove fare tardi?
ai Corti sulla marina posto carino e pieno di bella gente!
8. il migliore aperitivo
ad Erice con vista sulle Egadi da “Maria”

A SPASSO A MONDELLO CON FILIPPO SALERNO

546367_3834890719128_1501143990_n

Tutti sanno che andare a spasso con Filippo a Mondello è un’esperienza unica(per chi riesce a seguirlo s’intende!)Amante degli sport acquatici, sulla spiaggia di Mondello ha praticato qualunque sport scinautico con il WINCH, windsurf, surf, sup. La posizione del golfo di mondello, infatti,  si presta benissimo per questi tipi di sport. Da quando è tornato dalle Canarie a queste sue passioni si è aggiunta la pesca.Scopriamo insieme i luoghi del cuore di Filippo a Mondello

1)Il luogo dell’anima, dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Vado al moletto del Lauria e lì mi faccio un bagno e mi rilasso

2) Il tuo ristorante preferito?

Il Mida e il mio piatto preferito è il riso pilaf con i gamberi

3)Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

A Mondello paese, prima ci mangiamo il polipo bollito da Calogero, poi il panino con le panelle e le crocchè da Roxy bar e poi un bel gelato al Baretto e poi BAGNO(ovviamente no!)

4)Il bar per iniziare bene la giornata?

Una bella ciambella fritta da Scimone!Colazione da campione!

5)Il tuo consiglio per una cena romantica…

A casa e cucino io!Tonno scottato alla griglia e musica anni 50

6)Il luogo segreto?

La grotta dell’olio, nella Riserva di  Capo Gallo

7)Il locale dove fare tardi?

Una bel pool party a casa di qualcuno!

A SPASSO A PANTELLERIA CON LORENZO BARBERA

419527_10150652305071015_493255123_n538819_10151218916131015_768963137_n

Dopo anni di esperienza in advertising a Londra, Lorenzo Barbera, per gli amici Loti, è tornato in Sicilia per diventare direttore marketing di Tasca D’almerita. Ha portato le sue idee innovative all’azienda, partecipando anche al Vinitaly di quest’anno. Da sempre passa le vacanze a Pantelleria e ci racconta i suoi luoghi del cuore:

1)Il luogo dell’anima: dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Vado al Salto la vecchia (a strapiombo sul mare)

2) Il tuo ristorante preferito?

La vela (a mangiare pesce fresco e il bacio pantesco)

3)Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

I tetti (dammusi) di casa mia, cambia la prospettiva sul mare salendo su…(Piddu è caduto da lì sopra!!)

4)Il bar per iniziare bene la giornata?

U friscu a scauri o da Policardo dal mio amico Battista

5)Il tuo consiglio per una cena romantica…

A casa, i dammusi panteschi la sera sono uno dei posti più romantici al mondo…quando la luna è piena non hai bisogno neanche delle candele per rendere tutto romantico

6)Il luogo segreto?

Il cratere di Monte Gibele o la grotta del brigante a montagna grande

7)Il locale dove fare tardi?

Altamarea dal mio amico Nino Raso. La nicchia al porto.

8)dove dormire?

in dammusi tipici, a Pantelleria è sempre meglio affittare una bella casa che andare in albergo!

A SPASSO A CAPO D’ORLANDO CON LE SORELLE VERGARA

10152430_10203479229682491_1636774372083088115_n

Una carica di energia e di allegria! Beatrice, Costanza e Laura sono ottime guide per una bella gita a Capo d’Orlando!

1.Il luogo dell’anima dove andate quando siete in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

La terrazza di Santo Pietro, casa nostra, dalla quale ammirare di giorno le isole Eolie e nelle notti estive il cielo stellato

2. Il vostro ristorante preferito?

In zona sicuramente “L’Antica Filanda” a Capri Leone, per una cena a base di prodotti tipici locali, in particolare maialino nero dei Nebrodi. Per una cena più “leggera” al Circoletto di Capo d’Orlando (anche sushi!).

3.Il primo posto dove portate un amico in visita.

Un bel bagno a San Gregorio, granita e passeggiata sul lungomare (intitolato a Luciano Ligabue…!). Poi per godere dall’alto del bellissimo panorama sulla costa immancabile la tappa a San Marco d’Alunzio, con i suoi splendidi belvederi e suggestivi vicoletti.

4.Il bar per iniziare bene la giornata?

Primo fra tutti il bar Giulio, famoso per le sue granite e non solo. Consigliamo granita di caffè con panna e brioche per iniziare al meglio la giornata.

5.Il vostro consiglio per una cena romantica…

Sulla spiaggia, in uno dei tanti ristorantini del lungomare di Capo D’Orlando o sotto i rami di un albero secolare al “Grande Pino” di S.Agata di Militello per una cena a base di pesce e buon vino.

6.Il luogo segreto?

Per tutti noi cugini e amici il luogo “segreto” è il Mare nostrum, una spiaggia deserta tutta per noi, ritrovo quotidiano per aperitivi al tramonto e bagni notturni, sede anche del tradizionale falò di ferragosto…vigili del fuoco permettendo!

7.Il locale dove fare tardi?

La serata tipo prevede tappa al Mama Papi, dal mitico Rosario, e poi tutti a ballare al Coconut fino a tarda notte!

8. il migliore aperitivo…

A casa, al tramonto, a bordo piscina tra un tuffo e un altro…Altrimenti al Mercadante in cima a San Gregorio.

A SPASSO A FAVIGNANA CON SOFIA CARUSO

10443296_10204311257923755_5487480313160711839_n

Sofia Caruso, laureata alla Cattolica a Milano, studia per vincere! Un’amica preziosa, con i suoi consigli non ho mai sbagliato! Da quando sono bambina i giorni più divertenti dell’estate sono quelli a casa sua a Favignana! Dopo il liceo ci siamo sparpagliati tutti in giro per il mondo, ma l’estate ci ritroviamo insieme da Sofia e tra gavettoni, spaghettate, spine di riccio, pedalate, gommone sembra che il tempo non sia mai passato!

1.Il luogo dell’anima dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Punta lunga, il vecchio villaggio dei pescatori. C’e’ sempre un’atmosfera di pace antica.

2. Il tuo ristorante preferito?

Senza dubbio la mitica Bettola. Da Bastiano ci vado da quando sono piccola. Trattoria a gestione familiare, si possono assaporare le antiche ricette favignanesi. Il couscous e le polpette di sarde della Signora sono imperdibili.

3.Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

Il Bue Marino, la costa è piena di grotte scavate di tufo, l’acqua è turchese intenso. Un posto magico.

4.Il bar per iniziare bene la giornata?

Per una colazione con granita e brioshina il bar in piazzetta accanto al municipio. Se si è golosi di cassatelle non si può non fare colazione al bar del corso.

5.Il tuo consiglio per una cena romantica…

Una cena romantica…Se si è alla ricerca di un posto raffinato, sicuramente alle Cave Bianche Hotel, cenare dentro una cava di tufo, tra vasche arabe e piante aromatiche, un posto unico.

6.Il luogo segreto?

il mio posto segreto è dove riesco a trovare tantissimi ricci… ma ovviamente non posso dirvelo… che segreto sarebbe! ma magari poi vi faccio assaggiare la mia pasta coi ricci

7.Il locale dove fare tardi?

A Favignana non ci sono posti fissi per fare tardi, consiglio il Camarillo Brillo per il post cena e per gustare buoni cocktails. Poi vengono organizzate feste sulle spiagge e nelle calette con musica e falò. Il posto esatto cambia di volta in volta, basta informarsi al Camarillo stesso.

8. il migliore aperitivo

Spiaggetta del faro a punta sottile, tramonto,amici e birretta.

9. Dove dormire

Non c’è un posto particolare che consiglierei, dipende sempre cosa si preferisce. Per chi cerca pace consiglio di affittare una casa fuori dal paese o l’albergo Cave bianche, per godersi un po’ di isola selvaggia. Per chi preferisce stare in paese, è pieno di alberghetti, b&b e appartamentini carinissimi.

A SPASSO PER IL MONDO CON IL CAMPIONE OLIMPICO, MEDAGLIA D’ORO DI WINDSURF, DORIAN VAN RIJSSELBERGHE

JUS_6202foto_1

HYERES , 23-04-2015 , ISAF SAILING WORLD CUP, HYERES Fotograaf: Richard Langdon/Ocean Images. Foto's worden u aangeboden door het Watersportverbond en zijn rechtenvrij voor redactioneel gebruik. Naamsvermelding van fotograaf is verplicht.

DorianGoed_(3)

In occasione del windsurfworld festival ho conosciuto Dorian Van Rijsselberghe, 26 anni, campione olimpico,medaglia d’oro di windsurf e ne ho approfittato per fargli alcune domande sulla sua vita e sulla nostra città, ovviamente!

1. Cosa pensi di Mondello?

Mondello ha tutto quello che un surfista può desiderare: vento, acqua blu, bellissime ragazze in bikini!

2.Qual è il tuo posto preferito per fare surf?

Takapuna beach, in Nuova Zelanda

3.In che ristoranti sei stato in questi giorni?

Al Baro, pizza ottima! E al Mida che consiglio per la musica e per gli ottimi cocktails!

4.Qual è il tuo piatto preferito?

Il boerenkool,il piatto tradizionale della cucina olandese

5. Dove vivi?

Sono nato a Texel, un’isola del mare del Nord situata nella provincia dell’Olanda Settentrionale e adesso vivo a Laguna Beach, vicino Los Angeles

6. A che età hai cominciato a fare surf e da cosa è nata questa tua passione?

Ho cominciato all’età di sei anni, perchè ammiravo mio padre e mio fratello più grande, anche loro amanti del windsurf!

7.Sei fidanzato?

Sì ho tre fidanzate! Mia moglie, mia figlia e un amore segreto che non posso rivelare! Ho conosciuto mia moglie,perchè è la sorella del mio migliore amico e dopo due anni di fidanzamento e nonostante la differenza di età, lei ha 36 anni, le ho chiesto di sposarmi con un anello di carta fatto da me!Ci siamo sposati in Canada e adesso abbiamo una bimba, Lise, di pochi mesi!

Dorian, ti aspettiamo a Palermo con la tua bellissima famiglia!

A SPASSO CON CHIARA SORGE…ORGANIZZIAMO UNA FESTA PERFETTA

11301543_10206703046472130_2083582122_n

Chiarina,laureata in ingegneria a Palermo, ha una spiccata capacità organizzativa (come del resto tutti i membri della sua famiglia)!Le sue feste sono impeccabili e troppo originali. A maggio dell’anno scorso, in occasione della sua festa di compleanno, sono uscita in pantofole(il mio sogno da sempre!)

1. Consigli per una festa a tema

Festa a tema significa divertirsi molto di più ad organizzarla… Certo ,la scelta del tema è difficile perché deve fare contenti tutti , anche i più ” noiosi” che si sforzano di indossare soltanto un accessorio… Il più facile è il colore e io ho cominciato proprio con il Pink Party … certo il Cartoon Party ha lasciato più spazio alla magica immaginazione … Ma credo che il meglio sia stato il goodnight party : facile e comodo per tutti e con un’atmosfera notturna da ricreare che mi ha fatto dare il meglio di me!!! Il pandemonio… Quello non aveva un vero e proprio tema, il tema era scatenare un pandemonio in piscina e ci siamo riusciti tutti …! Non ti svelo il prossimo tema già pronto per l’inaugurazione della casa nuova a fine estate

2. Cosa non deve mancare per una festa perfetta

Non deve mancare la musica ,quella neanche ad una semplice cena… Non deve mancare l’alcool, quello si sa fa scatenare anche i più tranquilli, ma io ti assicuro che sono stata definita ” la diavolita” anche senza aver bevuto un goccio ! E poi sopratutto ci vogliono gli amici … Ognuno ad ogni festa ha il suo ruolo e rende tutto indimenticabile

3. Chi non può mancare

Non devono mancare tutte le persone con cui vuoi divertirti, quelle che vuoi davvero accanto ma secondo me è giusto anche concedere qualche +1 per inserire qualche novità ad ogni festa

4 il dj

il mio dj preferito è il mio dj di famiglia ormai … Gianvito Musotto, per me è il meglio ed è fondamentale per la riuscita… Insieme ad Ernesto che collabora spesso

5 il bar

il bar… Il bar deve essere gestito bene e sopratutto le bottiglie devono essere il doppio di quelle che normalmente si comprerebbero… Di solito non resta molto! In tante feste ho provato tanti barman, soddisfatta di tutti… Da Ivan a Francesco e all’accoppiata pandemoniaca di Marco e Alessandro …

6 dove comprare i gadgets

i gadgets dipendono dal tema della festa… Per cose facili c’è sara bijoux o il classico “carta ci cova “ma se il tema lo consente mi diverte cercare in negozi improbabili oggetti che vengono venduti seriamente… Vicino casa mia trovo ogni genere di negozio di accessori ridicoli , gommapiuma per le nuvole dei pigiama party e occhiali da sole fluo per la piscina..e poi a volte i gadgets si devono creare !

7 la location

la location migliore per me è sempre casa mia.. Che sia in primavera in terrazza o al chiuso o che sia un estivo pool party ogni mia festa , per la gioia di mamma e papà, è stata organizzata a casa Sorge e… Spero di mantenere la tradizione a lungo … Ci sono tanti posti bellissimi ma posso dare il meglio soltanto tra le mie mura private . Dirigo al meglio .

8 il vestito per la festa

il vestito per la festa??? Per una classica festa puoi andare in tanti negozi a Palermo … Biggi, Dell’oglio, Giglio ma … Ecco credo che per la prossima festa che ho in mente non dovrai andare in un classico posto dove compreremmo io e te!!! vedrai… Già mi è venuta voglia di fare un pandemonio 2.0 che penso gradirebbero in molti… La cosa più importante è che quando organizzo una festa l’obiettivo per me è che i miei invitati abbiamo tutto ciò che serve e siano felici … La festa perfetta secondo me è quella in cui tutti , nessuno escluso , passano qualche ora di felicità !Cosa c’è di più bello che organizzare una festa per divertirsi, ma soprattutto fare divertire i tuoi amici ??? Lo farei ogni settimana !

A SPASSO PER SAN VITO CON PEPPE RAGO

1239439_10203392938804111_143512328_n

Peppe Rago, laureato in  architettura a Mendrisio, lavora presso Mab e Beretta associati, a Milano e nel week end “per riposarsi” frequenta un master in architettura digitale allo Iuav, a Venezia. E’ una delle persone che mi manca di più a Palermo, ma quando ritorna karaoke in macchina, fine settimana a San Vito ,concerti, le cinque di mattina,  feste e festini sono garantiti!

1.Il luogo dell’anima dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione? 

Il luogo dell’anima è sicuramente l’antica tonnara del Secco, impregnata di un fascino decadente, retaggio della Sicilia più autentica. L’alba mozzafiato che si può vedere da lì, la rende il mio posto preferito per dare il benvenuto ad un nuovo giorno. .

2. Il tuo ristorante preferito?

Il mio ristorante preferito è il Fico d’India. Appena all’entrata del paese, è abbastanza lontano dal caos estivo ed offre una perfetta sintesi tra la qualità del pesce appena pescato e le invenzioni culinarie dello chef Giorgio

3.Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

La circonvallazione sull’altopiano che sovrasta il paese e che offre una magnifica vista dall’alto del paese e della bianchissima spiaggia. 

4.Il bar per iniziare bene la giornata?

Il Bar Savoia nella piazza centrale del paese, di fianco all’antico Santuario di San Vito.

5.Il tuo consiglio per una cena romantica…

Il ristorante dell’Hotel capo San Vito, luce soffusa in un elegante ambiente etnico a pochi passi dalla spiaggia.

6.Il luogo segreto?

Il mio luogo “segreto” è lo scivolo al mare del Secco, nella zona della pre-riserva dello Zingaro. E’ lì che vado sin da bambino a pensare sotto un cielo stellato mozzafiato e, perché no, a fare il tuffo della mezzanotte.

7.Il locale dove fare tardi?

San Vito negli ultimi anni ha progressivamente perso le sue attrattive legate alla movida. personalmente, consiglio di andare ad Erice (dista 20-30 minuti) dove si può ballare fino all’alba nella discoteca Torri Pepoli organizzata nella sensazionale terrazza-giardino dell’omonimo castello. Tappa d’obbligo prima di tornare a casa: genovese alla crema della pasticceria Grammatico.

8. il migliore aperitivo

ll migliore aperitivo per me è alla brasserie Bianconiglio, in via del Santuario. Fantastici gli Spritz, anche se poi è difficile non restare per una cena (tanto per cambiare un po’) a base di carne.

9. dove andare a dormire?

Se si desidera alloggiare in paese consiglio certamente l’hotel Capo San Vito, il Mediterraneo, il Panoramic o il villaggio Cala Mancina. Personalmente, però, consiglio di dare un occhio su Airbnb e prendere una casa in un posto più tranquillo…magari nell’area tra San Vito e la riserva dello Zingaro o nel fantastico golfo di Macari o casa mia!

A SPASSO PER IL WINDSURFWORLDFESTIVAL CON ARMANDO UDINE

1915714_1261963541956_4488321_n11012857_845138668867584_6222396190372897883_n11329873_1015510981806427_3780413750046401601_n

Imprenditore siciliano, Armando Udine, gestisce la discoteca Country e organizza eventi. Grazie al surf ha viaggiato per il mondo e continua a farlo come istruttore con i ragazzi palermitani. Scopriamo insieme i suoi luoghi del cuore!

1.date e programma del wwf

Prima vi voglio raccontare cosa è quest’anno il WWF.La manifestazione ospiterà il campionato europeo di Classe Olimpica dove si selezioneranno i migliori atleti che parteciperanno alle olimpiadi di Rio nel 2016. Saranno presenti più di 400 atleti di oltre 50 nazioni di tutti e 5 i continenti. Inizieremo giorno 20 e le finali si disputeranno giorno 27. Da giovedì eventi ogni sera!

2.Il primo commento dei surfisti di tutto il mondo quando arrivano a Mondello

La prima emozione che percepisci negli occhi dei ragazzi che vengono a Mondello è sicuramente stupore per la straordinaria bellezza del nostro golfo. Abbiamo avuto la fortuna di girare tantissimi posti nel mondo, ma belli come Mondello veramente pochi e non è retorica. E vi dico di più, nell’ ambiente dei surfisti è pensiero comune che Mondello sia uno dei campi di regata più belli del mondo e dove i surfisti vogliono andare a regatare per le ottime condizioni meteo, marine, per le donne siciliane e naturalmente per le feste….

3.A che età hai cominciato a fare surf e che posto occupa lo sport nella tua vita

Credo fosse il 99′ avevo se non sbaglio…. 11 anni . Chiaramente occupa un posto importantissimo. E’ un lavoro bellissimo che mi permette ancora di viaggiare tanto e soprattutto fare crescere umanamente e agonisticamente ragazzi e giovani adolescenti. Per me è stata una palestra di vita incredibile. Sono fermamente convinto che lo sport, sopratutto in età adolescenziale, ma non solo, sia lo strumento migliore per insegnare ai nostri ragazzi come affrontare la vita in un mondo difficile, dove perdere la bussola è facilissimo…

4.la tua gita fuori porta

Se ti devo dire la verità non è una vera e propria gita fuori porta standardizzata. Ti dico peró che, quando non sono fuori per lavorare o fare surf, amo quando il nostro amico Enrico organizza i week end a casa sua a Menfi… Un paradiso terrestre (riserva del wwf) dove trascorriamo splendide giornate tra mega mangiate,mare, cavalli e tanta natura…  

5.un locale che ami di una città del mondo che vorresti trovare a mondello

E ma qua mi tiri l’esca e io abbocco subito… Ma chiaramente il mio di locale non lo cambierei con nessun altro al mondo… Anzi ne approfitto per invitarvi Venerdì 19 al COUNTRY per l’inaugurazione della stagione estiva!

6. Dove vai per una cena speciale

Da Bricco e Bacco a Monreale, Gianni Sorrentino è un caro amico e per me è uno dei migliori ristoranti di carne dove sia mai stato nella mia vita.

7.Il locale dove fare tardi

Che domande Annuccia… Ci vediamo al Country Disco Venerdi….(la continuazione la teniamo per noi!)

IN GIRO PER PALERMO E DINTORNI CON ANNA MUSOTTO

528812_10150664876516816_1796261788_n

Oggi andiamo a spasso con Anna Musotto, imprendtrice siciliana, proprietaria di un’azienda agricola a Finale di Pollina, che produce agrumi di tutti i tipi (limoni, mandarini e arance), olio, avocado, manna e da quest’anno sarà produttivo anche il frutteto: albicocche, susine, melograni, gelsi neri, nocepesche, cacomelo, pere, cicliegie e fichi d’india.Un posto incantevole che ho avuto il piacere di visitare l’anno scorso in primavera, in cui mare e campagna si incontrano! Il frassineto è uno dei più grandi della zona; è proprio dal frassino che si ricava la manna che è la resina di quest’albero. Le proprietà della manna sono molteplici: è un dolcificante naturale a basso contenuto di glucosio e fruttosio,un regolatore intestinale, un lassativo senza controindicazioni, un fluidificante della tosse, un collirio ma soprattutto un setificante della pelle. Insomma un prodotto naturale al 100% ,che in Sicilia si produce solo a Pollina e a Castelbuono.Scopriamo insieme i luoghi del cuore di Anna a Palermo e dintorni!

1)Il luogo dell’anima, dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Il luogo d’ispirazione è il mio frassineto a Pollina. Vado lì quando ho bisogno di riflettere sia perchè c’è una pace incredibile e anche perchè da lì si vede il mare e c’è una vista pazzesca

2) Il tuo ristorante preferito?

Bye bye Blues a Mondello e Vino veritas

3)Il primo posto dove porti un tuo amico in visita. A Pollina a visitare la mia campagna e le Madonie

4)Il bar per iniziare bene la giornata? Il bar Galatea a Mondello

5)Il tuo consiglio per una cena romantica… Cena romantica in spiaggia al chiaro di luna

6)Il luogo segreto? La cappella delle Dame dove si sono sposati i miei genitori

7)Il locale dove fare tardi? Un locale in particolare non saprei, è abbastanza difficile. Però direi fare tardi in giro per il centro storico di Palermo

8)Il locale per l’aperitivo? Il Mida o Trizzano al tramonto

9)Dove dormire? Nella mia casa vacanze alla Cala

A SPASSO PER USTICA CON FRANCESCO DI RAIMONDO

10548273_10203558992873380_6408423922355829389_o 11275664_10205339992077247_1839586574_n10952068_10204504989602707_8167691126370037973_n

Pittore, poeta, artista, direi anche “ballerino”, amante delle feste e soprattutto Architetto!Ha iniziato il suo percorso di studio a Mendrisio in Svizzera prendendo il bachelor di architettura mentre era in erasmus alla Escuela Tecnica Superior de Arquitectura de Madrid ed il Master in Scienza dell’architettura nel Giugno del 2014. Ha lavorato un anno in Australia a Melbourne, facendo pratica in studio di architettura. Parallelamente allo studio ha partecipato a mostre e concorsi di pittura. Dall’agosto del 2015 lavoro a Lugano come collaboratore dell’architetto Edy Quaglia. Quando arriva l’estate si trasferisce a Ustica e nessuno può smuoverlo da lì!Scopriamo insieme i suoi luoghi del cuore in questa fantastica isola!

1)Il luogo dell’anima, dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

il mio luogo dell’anima sono gli scogli piatti. Sono il luogo dove la mia anima trova pace. Dove trovo tutte le risposte e le mie ispirazioni. Ma l’intera isola per me è sinonimo di quiete

2) Il tuo ristorante preferito?

Il faraglione, al porto. Gestito dalla mia amica Cettina Gargano e da sua sorella con uno staff ed un cuoco d’eccezione: Gabriele Tranchina

3)Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

In genere quando viene un amico, come prima cosa faccio fare un giro dell’isola in macchina. L’isola è di origine vulcanica. Questo aspetto la rende di un fascino unico, motivo per il quale il tour solitamente si conclude sulla Cima della montagna che la sovrasta, al “bombolino”, dal quale si gode di una vista panoramica mozzafiato verso tramontana e spalmatore. Interessante è anche il Villaggio preistorico e punta Falconiera sopra il villaggio dei pescatori. Visto che da terra ci sono poche zone che permettono di raggiungere il mare ( come i Faraglioni, il Faro, Cala Sidoti) sono solito fare vedere l’isola dal mare con il barchino. Ustica è, infatti, una piccola isola che andrebbe esplorata soprattutto via mare. Magica è la grotta azzurra come anche la grotta del tuono. Ma il corruggio e passo della madonna rimangono per me due calette uniche.

4)Il bar per iniziare bene la giornata?

la gelateria Sabrina

5)Il tuo consiglio per una cena romantica…

Se dovessi consigliare un posto direi ancora una volta il Faraglione! Ma la miglior cena romantica che si possa fare è sulla terrazza di casa mia!

6)Il luogo segreto?

la caletta dei Faraglioni o le piscine a Punta Cavazzi

7)Il locale dove fare tardi?

l’Ailanto, sopra il paese

8)Il migliore aperitivo?

In assoluto a casa di mio fratello, la migliore vista dell’isola al tramonto. Ma volendo cambiare c’è la Rosa dei venti( almeno così la chiamo io) al faro dopo punta spalmatore oppure in paese al Carpe Diem

A SPASSO A PALERMO CON FEDERICO COSENZ

65643_10151397983377190_1480483862_n

Docente di economia aziendale presso l’università di palermo e dottore commercialista,
lo” zio Freddi” è sicuramente un punto di riferimento per scoprire i bei posti della nostra città! Ecco i suoi luoghi del cuore a Palermo e dintorni

1) Il quartiere che preferisci?

Il quartiere Littorio, meglio conosciuto come Matteotti, per la bellezza, la tranquillità e la misteriosità delle sue costruzioni, per gli ampi spazi verdi e per l’assenza di confusione, nonostante la sua centralità. Anche il Centro Storico – nell’asse di corso Vittorio Emanuele, dalla Cattedrale al Foro Italico – è magnifico, nonostante il degrado e l’incuria che tutt’oggi lo caratterizzano.

2)Il luogo dell’anima, dove vai quando sei in cerca di una risposta o di un’ispirazione?

Il litorale di Mondello, nei giorni infrasettimanali, in autunno o in primavera, quando il sole splende sul mare e la spiaggia è sgombra, riesci ad ammirare la grandezza della città e a ristabilire l’importanza delle cose della vita.

3) I tuoi ristoranti preferiti?

Domanda difficile. Dipende dai periodi. Per la pizza, probabilmente Frida è la più buona e la brutale disparità di trattamento della clientela da parte del ‘Vecchio’ concede siparietti da morire dal ridere. Gagini, Osteria Ballarò, Buatta e Mangia e Bevi, riescono a coniugare benissimo ottimi piatti siciliani con un’atmosfera rustica, accogliente e, talvolta, romantica. Tra i ristoranti che si pongono su fascia alta, ci sono gli intramontabili Charme, Scudiero e Charleston a Mondello. Per il sushi, manco a dirlo, il Tribeca di Pietro e Giuseppe; mentre a pranzo il Mida offre l’ottima cucina dello chef Piddu Inglese. Oppure, se si vuole restare a Palermo, anche la A’Cala unisce il fascino della location con un discreto menù. Per l’hamburger, tra PPP, Mericano e Zangaloro, quest’ultimo è quello che personalmente preferisco di più. Infine, i Grilli è l’unico locale che offre un ricco assortimento di “tapas” per una cena gustosa, leggera e con molteplici assaggi.

4)Il primo posto dove porti un tuo amico in visita.

La prima cosa da fare è una passeggiata partendo dal Teatro Massimo, passando per i 4 Canti, la Cattedrale, Palazzo Reale (e la Cappella Palatina), e terminare allo Steri con i ficus di piazza Marina. Poi farei vedere i palazzi più belli (Butera, Gangi e Mazzarino). La sera un drink per le strade della Vucciria oppure alla Cuba

5) La vista su Palermo che preferisci?

Sono due: la prima dal Castello Utveggio; la seconda dal Cimitero di Santa Maria di Gesù. .

6)Il bar per iniziare bene la giornata?

Da Rosanero o Cappello, oppure all’Antico Chiosco di Mondello.

7)Il tuo consiglio per una cena romantica…

Una cena romantica la organizzerei in una terrazza sul mare, lume di candela, bottiglia di bianco freddissima, cibo piccantino e atmosfera soffusa. Difficile indicare a Palermo dove trovare tutto questo. Probabilmente a casa oppure al Circolo della Vela.

8)Il luogo segreto?

L’alta torretta di casa a Mondello dove, dalle rocce di Capo Gallo, si ammira tutta Mondello e da dove si scorge in lontananza anche Ustica.

9)Il locale dove fare tardi?

A Palermo le migliori occasioni in cui fare tardi sono le feste a casa degli amici stretti. Gli ingredienti essenziali sono le persone (non troppe, ma interessanti e desiderose di divertirsi), la buona musica, il bar e la location. Basterebbe questo ma, se si vuole esagerare, aggiungerei anche la piscina e un tema coinvolgente 🙂. Oppure, lo stesso organizzato su una barca ancorata al centro del golfo di Mondello in una calda estate palermitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *